Il punto sulla pubblicità sessista: i pareri dei creativi e dell’ADCI

Si è parlato di pubblicità sessista a seguito dell’uscita di un documentario intitolato “Il corpo delle donne”, dedicato all’immagine delle donne sui media italiani, in particolare stampa e tv (cui la pubblicità contribuisce per una percentuale molto piccola).

Il tema fa parte del programma di Massimo Guastini per l’Adci, quindi il Consiglio Adci lo affronterà e, nei limiti delle possibilità consentite a un’associazione professionale, cercherà di proporre delle soluzioni e di contribuire a risolvere il problema culturale. Questo post ha lo scopo di registrare e segnalare le reazioni online.

Del tema si è già parlato in Bocciofila Brancaleone, il blog del Consiglio ADCI, qui.

Ecco le reazioni sui blog del mondo della pubblicità. I link sono riportati in ordine di apparizione. Commenti e segnalazioni di ulteriori link sono graditi.

Il blog personale di Massimo Guastini, presidente ADCI (con link a interventi precedenti).

ADVExpress, articolo “Siamo quelli delle idee, non delle gnocche” di Pasquale Diaferia, socio ADCI e giornalista.

“Finalmente”, su Bad Avenue di Betty Draper (post condivisibile, numerosi commenti sono fuori tema)

“Donne in pubblicità: vestite e valorizzate, più che su stampa e tv” di Gianni Lombardi, segretario ADCI.

“Voglio usare anche io l’espressione ‘immagini shock che fanno il giro della rete'” di Francesco Taddeucci, Direttore creativo e socio ADCI.

“Donne e pubblicità: intervista al neo presidente ADCI Massimo Guastini” su Vita da Streghe.

“Tutto il rosa della pubblicità”, di Giulia Segalla, copywriter.

“Le donne nude”, di Fabio Ghirelli, web writer e consulente.

Per valutare il tema è utile anche questo recentissimo articolo dell’Economist sugli effetti della “cattiva reputazione” (in sintesi le polemiche favoriscono le aziende sconosciute mentre danneggiano i marchi noti).

“Donne e media: trasformare il caos in progetto creativo” di Annamaria Testa, copywriter e giornalista.

6 thoughts on “Il punto sulla pubblicità sessista: i pareri dei creativi e dell’ADCI

  1. Pingback: L’adv en rose #2. Parla Toscani « La Città Reale – di Giulia Segalla

  2. Pingback: toscani e la donna soggetto o oggetto. di insulti « Bocciofila Brancaleone

  3. Pingback: C’è culo e culo? « Bocciofila Brancaleone

  4. Pingback: La Carfagna, lo IAP e il corpo delle donne. Donald Draper domanda, Massimo Guastini risponde | bocciofila brancaleone

  5. Pingback: Guastini scrive a Bad Avenue. | Donald Draper

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...